B.ville: a Boretto un tuffo negli anni ’50 tra musica, eventi culturali e intrattenimento

La ricetta B.Ville è unica e perfetta per catapultarsi nelle atmosfere anni ’50, in cui un disco che girava sul piatto era l’inizio di una festa, la pista si riempiva con il twist e si dedicavano le canzoni agli amici con il juke box: un viaggio tra i ritmi e le melodie dei ruggenti anni ’50, nella sua moda e nel suo stile di vita.

Numerosissime le iniziative che animeranno il centro storico di Boretto nella notte del 15 luglio: mostre, mercatini vintage, raduni, photo shooting point, area bambini con laboratori e intrattenimenti vari per un viaggio nel tempo tra vespe rombanti e gonnelle al vento, tra ciuffi selvaggi carichi di brillantina e scarpette indiavolate in pista.

All’interno anche due eventi letterario/teatrali: al Bersagliere la zona Beat Generation dove la compagnia de Gli irregolari leggerà brani di Kerouac, Ginsberg, Borroughs e altri ancora, accompagnati da un duo jazz; a Villa Falugi (villa in stile liberty i cui interni sono stati dipinti dal pittore naif Pietro Ghizzardi) il gruppo dei lettori volontari della biblioteca metterà in scena “La ragazza da sposare”, un approfondimento di carattere socio-culturale sul matrimonio di una ragazza negli anni ’50 avvalendosi di riviste, giornali, ricordi, luoghi comuni… A seguire, sempre a Villa Falugi, il Cineclub Zambelli predisporrà un #getcomfy: sdraiati sull’erba si potrà guardare un horror sempre targato anni ’50.

Non mancherà ovviamente la musica: sui palchi principali  The Goodfellas e Albert Ray Band.

Per saperne di più.